La preoccupazione degli ambientalisti

Almeno c’è qualcuno che è preoccupato per la gravissima situazione dei cambiamenti climatici con tutte le conseguenze che stanno portando sul globo terrestre.
Dove ai poli si registrano temperature d’estive in questi mesi di marzo/aprile mettendo a repentaglio foche, trichechi e orsi bianchi et cetera.
Ma non solo poiché questo disastro sta per far aumentare in pochi anni e non fra 81 anni come ci voglio far credere, i livelli degli oceani e mari con conseguenze inimmaginabili e disastrose.
E se qualcuno è convinto che potrà gestire una massa di persone in fuga dalle coste non è altro che un povero stupido.

Ma che fa rabbia e che preoccupa è il silenzio della scienza che a parte un qualche rarissimo comunicato per la maggioranza del tempo è totalmente assente.

Sappiamo tutti e ne sono convinto, che c’è poco da fare contro questi cambiamenti climatici poiché la volontà di questa pseudo società di cambiare le cose non è in leggenda, ma se gli uomini di scienza rimangono muti allora siamo di fronte a una scienza che non ha più il diritto di chiamarsi tale.

Una scienza che dovrebbe incrociare le braccia e andare in piazza a manifestare in modo deciso, ma senza violenza ed invece .... dov^è ?

Che pena vedere che anche una parte della scienza si è fatta corrompere da questa società che mostra senza remore di sorta il suo zero di IQ.

23 aprile 2019 -
©Roby2019