Fuochi d'artificio e terrorismo

Davanti alla ragione economica si sa che si può far ben poco e la sicurezza viene al “ secondo “ scalino ma almeno auguriamoci che chi acquista i fuochi d’artificio gli si venga richiesto almeno un documento.
Inoltre speriamo che per persona ci sia un limite alla quantità.


Ricordo che in Israele è da decenni che la popolazione accetta delle restrizioni e nessuno ha mai reclamato.
Quando si dice avere davanti un popolo intelligente e responsabile.


A volte si è obbligati a prendere delle decisioni che limitano la libertà individuale per il bene di tutta la popolazione e in special modo davanti a questa gravissima situazione.

Un po' troppo semplicistico dire che per sconfiggere il terrorismo bisogna andare avanti e vivere normalmente.

Comprensibile questo discorso ma ….

Sono stanco di “ sentire “ indirettamente che non bisogna creare il panico tra la popolazione.

Questo modo di ragionare non è responsabile è porta a vedere una popolazione stupida.

Tra l’altro sentire che dei sostenitori dei terroristi sono sotto controllo ma liberi di andare ovunque a me sembra di essere nel bel mezzo di un sogno/incubo.

Non credo che ci voglia chissà quanti secoli per fare una legge senza tanti cavilli, poiché allora si sarebbe di fronte ad una pseudo legge, anche per questi terroristi indiretti.

Israele non ha un governo dittatoriale ma responsabile.

©Roby2016