Oh mamma mia 2


Un libro è composto da una parte anteriore, posteriore e da pagine al suo interno.

Nei libri antichi c’erano pure le punte, le caselle, il capitello et cetera e questi erano composti da materiali quali la pergamena, il tessuto e la carta.

A quei tempi un libro era un opera d’arte in tutti i sensi.
Non solo per i suoi contenuti ma anche per come si presentava nel suo insieme.
La rilegatura, la scrittura e i disegni erano stupefacenti.
E posto su un tavolo o in una libreria aveva un “ sex appeal “ straordinario.

Detto questo:
Si potrebbe scrivere un libro di poche pagine ansi di una sola pagina e per di più di poche righe o meglio di una riga parlando dei mattoni della vita.
Quindi si sarebbe di fronte ad un Unicum in tutta la letteratura mondiale.
Da decenni si continua a scrivere che da una qualche parte nell’universo ci devono essere i mattoni della vita.
Chi ipotizza su un qualche pianeta nella Via Lattea lontano anni luce dalla Terra.
Chi invece si sposta ancora più lontano nella profondità dell’universo, forse infinito.
Poi ad un dato momento si scopre che questi benedetti Mattoni della Vita sono ad un soffio dalla Terra e cioè su Cerere.
Un minuto pianetino che fino a pochi anni fa solo pochi ne conoscevano la sua esistenza.
Ma anche oggi credo che solo un 0,000...1% conosce questo pianeta nano che sotto un certo aspetto lo si potrebbe toccare com mano.

segue su: Unicum ( l’unico libro digitale di un foglio nel suo insieme)
Tra l’altro: non è che sia questo pianeta nano il pianeta X ? (siete autorizzati a rubare anche questa mia “idea “)

22 novembre 2018 -
©Roby2018