Ai principianti pellegrini

Consigli 2017

La prima cosa che ogni pellegrino deve essere cosciente è l’importanza delle calzature.
Calzature che non devono essere nuove ma già collaudate.
Senza dimenticare che le calzature ideali sono quelle che proteggono le caviglie.
Il pericolo di slogature in un cammino o escursione non è mai da sotto valutare e possono mettere chiunque in grave difficoltà in special modo chi è solo.
Mai affidarsi al telefonino che, ricordo, in diverse zone non ha recezione.

In caso di pioggia non abbiate paura di bagnare le calzature.

a - Alla sera pulite gli scarponi.
b - Togliete i sotto piedi e copriteli con della carta.
c - Prendete poi gli scarponi e al loro interno mettete della carta arrotolata in modo che venga assorbita l’umidità.
d - Ponete un giornale o uno straccio sul pavimento e mettete gli scarponi con la punta rivolta verso il basso.

Al mattino togliendo la carta avrete le vostre calzature poco umide e utilizzabili nuovamente.
Se fate in questo modo proteggete i vostri preziosi piedi.

Piccolo trucco:
Se durante il cammino piove e siete su un sentiero camminate nei rigagnoli e non ai lati.
Ricordatevi che l’acqua scorrendo pulisce le pietre e rendono il passo più stabile e riducono al minimo le cadute.
Inoltre non dimenticate mai di portare con voi un bastone.

Per terminare:
ricordatevi che su un sentiero difficile/scivoloso dovete avere sempre una mano libera in modo che, in caso di perdita dell’equilibrio, potete affrancarvi ad esempio ad un ramo o altro.

Buon cammino
Roby

©Roby, 8 9 2017